cedolaresecca.net

Imposte sostituite

La cedolare secca sugli affitti ad uso abitativo sostituisce i seguenti tributi:

  1. l'imposta IRPEF e le relative addizionali (regionale e comunale), secondo le relative aliquote;
  2. l'imposta di registro dovuta (il 2% sul canone pattuito) per le annualità contrattuali per le quali il locatore ha fatto la scelta per la cedolare secca;
  3. l'imposta di bollo sul contratto di locazione (all'atto in cui si scrive €uro 16 per ogni foglio composto di quattro facciate);
  4. le imposte di registro e di bollo, se dovute, sulle risoluzioni (euro 67) e proroghe del contratto, qualora alla data della risoluzione anticipata sia in in corso l'annualità per la quale il locatore ha effettuato la scelta per la cedolare secca;
  5. i tributi speciali (diritti di segreteria) di cui al D.L. n. 533/1954.

Quanto alle imposte di registro sostituite dalla cedolare secca, si rinvia, per un approfondimento, anche al Provvedimento del 7 aprile 2011.